Cover image

Come ha reagito Klopp all’errore di Alisson?

di Il Calcio Inglese di Il Calcio Inglese — 7 mesi fa in Il Calcio Inglese

Per vincere non bisogna per forza essere i migliori. Lo sport (il calcio in particolare) è una semplice somma di episodi. Indipendentemente dal fatto che una squadra sia più forte dell’altra o che un’atleta sia più performante degli altri, sono gli episodi che caratterizzano ogni singolo evento a fare la vera differenza.

A Liverpool, per esempio, si sta discutendo proprio in queste ore dell’importanza delle circostanze tipiche di un match. Nonostante sabato scorso sia arrivata l’ennesima vittoria stagionale (4 su 4 in Premier League, ndr) grazie all’1-2 sul campo del Leicester City, gli uomini di Klopp hanno dovuto fare i conti con la forte personalità e l’eccessiva confidenza di Alisson Becker, portiere brasiliano arrivatola scorsa estate.

Dopo aver eluso l’intervento di un avversario con un insolito dribbling durante il match tra Liverpool e Brighton, l’estremo difensore ex Roma aveva dichiarato: “I tifosi dovranno abituarsi a questo tipo di giocate. A me piace il rischio”. Nemmeno il tempo di capire il reale significato di tali parole, che Alisson ha già fatto ricredere tutti, compagni di squadra compresi.

Un nuovo tentativo di dribbling, questa volta fallito, ha permesso all’attaccante del Leicester di recuperare il pallone e passarlo ad un compagno che, con estrema facilità e a porta completamente sguarnita, lo ha depositato in fondo alla rete. Per fortuna di Alisson il risultato è rimasto poi invariato fino al triplice fischio finale, ma tra tutti coloro che si sarebbero dovuti arrabbiare per il suo atteggiamento, ce n’è uno in particolare che non solo si è sentito in dovere di non giudicarlo ma che si è detto addirittura contento per quanto accaduto.

Stiamo chiaramente parlando di Jurgen Klopp, presentatosi nel post partita ai microfoni delle tv sportive inglesi con un insolito sorriso.

”A essere sincero, sono davvero molto contento dell’errore commesso da Alisson. Sono felice che sia arrivato subito, perché così non dovremo passare i prossimi mesi ad aspettarlo. Dopo quanto si era visto contro il Brighton, tutti non vedevano l’ora che sbagliasse per prenderlo in giro. L’errore è gravissimo, e su questo sono d’accordo con voi, ma ha reagito bene e soprattutto ha capito quali sono le cose che non dovrà ripetere in futuro”.

Nessuna scenata. Nessun urlo sconsiderato. Nessun processo mediatico. Klopp sa benissimo che il suo portiere è tra i più forti al mondo e che non sarà di certo un errore a condizionare il suo rendimento futuro, anzi. Lo ritiene abbastanza maturo da capire con immediatezza che rischiare così tanto non ha proprio nessun senso, per il semplice fatto che rischia di mettere in imbarazzo non solo se stesso, ma anche compagni di squadra e tifosi.

Doppi passi e dribbling facciamoli fare agli attaccanti, what do you think mate?