Cover image

Cercasi area fumatori

di Il Calcio Inglese di Il Calcio Inglese — 8 mesi fa in Calcio

L’arrivo a Stamford Bridge di Maurizio Sarri ha letteralmente mandato in visibilio i supporters del Chelsea. Nonostante molti siano ancora dispiaciuti per la partenza di Antonio Conte, gran parte della tifoseria è convinta che l’ex tecnico del Napoli possa rappresentare il vero cambiamento: la sua idea di calcio è molto simile a quella di Pep Guardiola, tanto che anche il più scettico oggi è convinto che dopo anni di catenaccio sia arrivato finalmente il momento di un reale salto di qualità.

Detto questo, Abramovich dovrà ora accontentare il tecnico toscano sul mercato, visto e considerato che Jorginho (arrivato lo stesso giorno del manager italiano) non può essere sufficiente. Sarri ha chiesto l’acquisto di alcuni fedelissimi, quali Higuain e Rugani, ma potrebbe ben presto ampliare le proprie vedute e puntare all’acquisto di veri e propri fenomeni.

Oltre a tutto questo però, il Chelsea sta cercando di venire a capo di un problema ben più “grave”: trovare un’area fumatori per permettere al proprio manager di sfogarsi e assumere la sua quotidiana dose di nicotina. Per legge, sulle tribune degli stadi inglesi non è possibile né bere alcolici né fumare sigarette, un problema al quale il club sta cercando di porre rimedio con una certa urgenza.

Maurizio Sarri dalle 40 alle 60 sigarette al giorno, un quantitativo al quale nessuno era preparato

È chiaro che il club inglese stia dando priorità al mercato per soddisfare le richieste del nuovo manager, ma il problema “area fumatori” resta attualissimo: si vuole evitare che Sarri debba uscire dallo stadio tra primo e secondo tempo per fumare la sua consueta sigaretta.