Cover image

Quanto hanno vinto con Guardiola e Mourinho i giocatori allenati da entrambi

di Redazione HelloSport di - — 1 anno fa in Calcio

José Mourinho e Pep Guardiola hanno allenato i più grandi club a livello mondiale e quindi anche la maggior parte dei migliori giocatori. Due personalità opposte, con idee di gioco antitetiche ma uniti da un’unica grande ossessione: la vittoria. Un dualismo che ha segnato la storia moderna del calcio e con il passaggio ormai imminente di Alexis Sanchez al Manchester United, il cileno diventerà l’undicesimo giocatore allenato sia da Guardiola che da Mourinho. 

Chi è il migliore? Impossibile dirlo, ma possiamo provare ad analizzare il rendimento di ogni giocatore e i titoli vinti sotto la gestione dell’uno e dell’altro.

Zlatan Ibrahimovic

Ha sempre dichiarato di amare José Mourinho e il suo approccio al calcio. Dopo averlo abbandonato nel 2009 per passare proprio fra le braccia di Guardiola, ha fatto di tutto per lavorare di nuovo con lui al Manchester United. Ha vinto 1 Serie A e 1 Supercoppa italiana in Italia e 1 Coppa di Lega inglese, 1 Community Shield e 1 Europa League in Inghilterra. 

“Fra di noi non c’era dialogo. Allenatore fantastico ma non è uomo”. La scintilla fra Ibra e Pep non è mai scoccata, ma nel solo anno in blaugrana ha ottenuto 1 Liga, 2 Supercoppe di Spagna, 1 Supercoppa UEFA e 1 Mondiale per club.

Cesc Fabregas

Nel 2014 il Chelsea lo acquistò dal Barcellona e nello stesso anno arrivò anche Mourinho. “È l’allenatore con cui ho avuto il miglior rapporto, ci sentiamo spesso anche adesso”, ha dichiarato di recente. Insieme hanno vinto 1 Premier League e 1 Coppa di Lega inglese.

Con Guardiola ha lavorato un solo anno nel 2010-11 ma ha avuto il tempo di vincere 1 Liga, 1 Supercoppa di Spagna e 1 Champions League. 

Kevin De Bruyne

Forse l’errore più grave della carriera dello Special One insieme a Salah. Infatti De Bruyne con Mou ha messo insieme appena 9 presenze in 6 mesi prima di essere venduto al Wolfsburg.

Con Guardiola ha raggiunto la definitiva maturità ed è esploso letteralmente al Manchester City. Il belga adesso è uno dei giocatori più forti al mondo e sta cannibalizzando la Premier League. Ha vinto 1 Coppa di Lega inglese.

Xabi Alonso

Con Mourinho Xabi ha lavorato tre stagioni al Real Madrid, continuando ad essere uno dei centrocampisti più forti al mondo. Nonostante il predominio in Spagna del Barcellona proprio di Guardiola, Xabi ha vinto comunque 1 Liga e 1 Supercoppa di Spagna.

Fu Guardiola a volerlo al Bayern Monaco nel 2014 e lo spagnolo è stato la pedina cruciale per la lenta metamorfosi del gioco di Pep, ormai lontano dal tiki-taka blaugrana. Ha vinto 2 Bundesliga, 1 Coppa e 1 Supercoppa di Germania. 

Arjen Robben

Insieme a Mou ha vissuto l’intera esperienza al Chelsea dal 2004 al 2007. Robben si è fatto conoscere ad alti livelli per poi essere ceduto al Real per quasi 40 milioni di euro. Ha vinto 2 Premier League, 2 Coppe di Lega inglese e 1 Community Shield.

Sotto la gestione di Guardiola, Robben ha mantenuto la forma straripante degli anni bavaresi portando a casa 3 Bundesliga, 2 Coppe di Germania, 1 Supercoppa UEFA e 1 Mondiale per club. 

Pedro

Con Mourinho si sono incrociati soltanto metà stagione al Chelsea. Il rapporto fra i due non era certo idilliaco e lo spagnolo vide il campo con il contagocce.

Pedro deve la sua carriera a Pep Guardiola. Pescato dal Barcellona B, Pep se ne innamorò dandogli fin da subito ampio spazio accanto a mostri sacri come Messi e Eto’o. Insieme hanno vinto 4 Liga, 2 Coppe di Spagna, 3 Supercoppe di Spagna, 2 Champions League, 2 Supercoppe UEFA e 2 Mondiali per club.

Maxwell

Sotto Mourinho all’Inter è diventato il terzino titolare ma poi, come l’amico Ibra, ha scelto di lasciare i nerazzurri proprio nell’anno del Triplete. Ha vinto 1 Serie A e 1 Supercoppa italiana. 

Guardiola lo aveva voluto come alternativa ad Abidal. La lunga malattia del francese, permise però a Maxwell di diventare titolare e vincere 2 Liga e 3 Supercoppe di Spagna. 

Eto’o

Come Ibrahimovic, anche lui ha avuto in due occasioni Mourinho. Prima all’Inter dove ha scritto la storia e vinto il Triplete giocando spesso come fluidificante sulla fascia e poi al Chelsea tre anni dopo. Insieme hanno vinto 1 Serie A, 1 Coppa Italia e 1 Champions League. 

Guardiola lo ha ereditato quando è subentrato come allenatore del Barcellona nel 2008. Nella loro unica stagione insieme hanno vinto il Triplete. Nonostante questo, Eto’o non si è mai adattato all’idea tattica di Pep e l’anno seguente fu proprio Guardiola a spingere per lo scambio con Ibrahimovic.

Eidur Gudjohnsen

Fu il grande sopravvissuto dall’arrivo di Abramovich al Chelsea e nonostante l’acquisto di stelle del calibro di Drogba, rimase uno dei punti fermi dell’attacco di Mourinho. Ha vinto 2 Premier League, 1 Coppa di Lega inglese e 2 Community Shield.

Durante il Triplete del 2008-09 fu un ottimo rincalzo per Pep Guardiola. Lo spagnolo puntò comunque molto su di lui e sulla sua esperienza nel corso della stagione.

Claudio Pizarro

Fu uno degli ultimi acquisti di Mourinho al Chelsea nel 2007. Il suo licenziamento a settembre interruppe però il rapporto prima che potesse davvero concretizzarsi.

Guardiola lo ha avuto per due anni al Bayern Monaco. Il peruviano era ormai a fine carriera ma da riserva è risultato spesso decisivo a gara in corso. Insieme hanno vinto 2 Bundesliga e 1 Coppa di Germania.

 

Considerando quindi i trofei vinti dai giocatori allenati sia da Mourinho che da Guardiola sotto la guida dell’uno e dell’altro, si scopre che Pep ha ottenuto più del doppio dei titoli rispetto a Mou. Lo Special One è infatti fermo a 24, mentre Guardiola è addirittura a quota 49.