Cover image

Quanto costa davvero il London Stadium?

di Il Calcio Inglese di Il Calcio Inglese — 10 mesi fa in Calcio

Il London Stadium di Stratford continua a rappresentare un vero e proprio salasso per tutta la comunità londinese. Come ormai tutti ben sanno, l’impianto non è di proprietà del West Ham United, che da un paio d’anni vi si è trasferito definitivamente dopo aver abbandonato Upton Park, bensì del comune di Londra, al quale gli hammers pagano regolarmente un tassa d’affitto.

Negli ultimi mesi si era scatenata una sorta di corsa disperata allo sponsor, vista e considerata la volontà del West Ham di capitalizzare al massimo l’utilizzo dell’impianto, trovando un brand disposto a pagare fior fior di quattrini per imprimere il proprio all’esterno della struttura.

In Premier, del resto, casi di questo tipo sono frequentissimi: basti pensare all’Emirates Stadium, che prende name dalla compagnia aerea araba sponsor ufficiale dell’Arsenal o al Bet365 Stadium, che tutti noi siamo soliti chiamare Britannia ma che da un paio d’anni è main sponsor dello Stoke City.

Solitamente queste operazioni commerciali avvengono spontaneamente, ovvero lo sponsor fa pervenire al club un’offerta che deve poi essere valutata ed eventualmente accettata, oppure è il club che discute a tavolino con uno dei suoi partner la possibilità di rinominare lo stadio.

Quanto accaduto recentemente nell’est di Londra però, ha lasciato a bocca aperta le migliaia di abitanti che popolano la capitale inglese. Il West Ham ha infatti pagato due agenzie inglesi la bellezza di 450 mila sterline (che si aggiungono ai 2 milioni già spesi dall’inizio della scorsa stagione per altri costi di gestione) affidandogli il compito di trovare uno sponsor disposto a rinominare il London Stadium. Il problema non è tanto la cifra in sé, quanto il fatto che quei soldi sono stati prelevati direttamente dalle tasche dei cittadini che pagano regolarmente le tasse.

Come infatti anticipato infatti, i costi relativi allo stadio e alla sua gestione non sono di responsabilità del club, bensì del comune di Londra. Quanto ancora dovranno pagare i cittadini londinesi prima che il West Ham, in stretta collaborazione con il comune, trovi una soluzione a questa continua perdita di denaro liquido e cominci a capitalizzare un impianto che fino a questo momento ha lasciato solamente uno strascico di debiti e polemiche?