Cover image

Alessandro Nesta: una tempesta perfetta

di Romanzo Calcistico2 anni fa in Calcio

Questa è la storia di un giocatore che, per classe, umiltà, eleganza, non puoi non amare, al di là della propria fede. A 17 anni fa l’esordio in A nella sua Lazio. A 21 anni è già capitano. A 25 è il difensore più pagato al Mondo.

Diciassette lunghi anni passati con la squadra per cui ha sempre fatto il tifo: in biancoceleste vincerà un campionato da capitano, segnerà un gol in finale di Coppa Italia, solleverà una Supercoppa Europea in faccia al Manchester United di Ferguson, Beckham, I Calypso Boys e chi più ne ha più ne metta, conquistandosi di diritto, un posto sul podio dei migliori giocatori di sempre della società capitolina.

Ma la Lazio, visti i problemi economici che la affliggevano, lo metterà sul mercato, come altri pezzi pregiati della rosa. Lui non sarebbe mai voluto andare via da casa sua, da capitano e idolo di un popolo intero. “Non me ne sarei mai andato se non fossi stato costretto”. Dirà a posteriori.

A quel punto tutti lo vogliono, ma a spuntarla è l’ambizioso Milan di Carlo Ancelotti: da calciatore romano più vincente di sempre, passerà così all’ombra della Madonnina nell’estate 2002. E mai scelta fu più azzeccata professionalmente. In rossonero vincerà due Champions League, due scudetti, una coppa Italia, una super coppa italiana, due supercoppe Europee e un Mondiale per Club. il suo acquisto sarà uno degli affari del secolo per il Diavolo, Nesta in rossonero scriverà la storia. Non solo vincerà tutto, ma formerà con Maldini una delle difese più forti di tutti i tempi. Con la nazionale poi, seppur con poca fortuna per via degli innumerevoli infortuni, vincerà un Mondiale e un “argento” europeo.

Indubbiamente uno dei migliori difensori della storia: “Tempesta Perfetta”, semplicemente Alessandro Nesta.